il cibo … "perfetto"?


NO, la soia non e’ un cibo perfetto
,
e tantomeno lo sono i suoi derivati. Specialmente quando si parla di alimentazione della prima infanzia.
Sebbene non sia una fanatica del consumo dei latticini, e sia convinta che andrebbero usati con moderazione, lunghe e meticolose ricerche sul web mi hanno convinta che gli alimenti a base di soia siano molto peggiori dei prodotti caseari.  La soia contiene moltissimo acido fitico, che impedisce l’assorbimento di vitamine e minerali a livello intestinale.
Contiene fitoestrogeni, che possono causare squilibri ormonali, specialmente se somministrati nell’infanzia, promuovendo puberta’ precoce nelle femmine e ritardo dello sviluppo sessuale nei maschi.
L’azione estrogenica della soia interferisce con il corretto funzionamento della tiroide predisponendo all’ ipoitiroidismo e ai tumori di questa ghiandola.In particolare e’ interessante notare come un neonato allattato esclusivamente a latte di soia assuma giornalmente l’equivalente in estrogeni di cinque pillole anticoncezionali .

E’ molto importante distinguere fra i cibi tradizionali a base di soia utilizzati da centinaia di anni nella tradizione orientale, ed i cibi moderni.

Miso, tempeh, tamari e natto sono cibi che richiedono una lunghissima fermentazione che rende innocui gli antinutrienti contenuti nel fagiolo. 
Latte di soia e tofu venivano originariamente preparati con lunghi processi 
e venivano consumati con brodo di pesce, gamberi o tuorlo d’uovo al fine di bilanciarne il contenuto nutritivo. 
Non erano cibi destinati all’infanzia
.

I moderni prodotti a base di soia sono fabbricati a partire di un prodotto in polvere denominato Proteine Isolate della Soia, ricavato dalla lavorazione dello scarto dell’olio di soia.
Il processo produttivo utilizza alta pressione ed alta temperatura, denaturando le proteine ( in particolare la lisina) .
L’alimentazione a base di Proteine Isolate della Soia (SPI) e’ causa riconosciuta di problemi dell’accrescimento e di vari deficit nutrizionali nei topi di laboratorio, in particolare di zinco e vitamina B12.

Segnalo un link fra i mille dedicati a questo argomento.
Questo e’ uno degli articoli dedicato alla soia dalla Weston Price Foundation

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s