Category Archives: Autarchia: idee fai-da-Te

Natale a Costo Zero #5

Con la stessa tecnica della settimana scorsa oggi vi insegno a produrre delle magliette stampate a mano da regalare a Natale....così

Si parte da una t-shirt tinta unita o da un altro supporto in stoffa (come le originali mutande delle Titere ).

Con una patate, uno spelucchino e del colore da stoffa potete personalizzare la maglietta con una bella stampa a mano!

Dopo poca pratica stupirete voi stessi con risultati eccellenti e farete divertire i bambini, che, mentre voi lavorate,  stamperanno instancabilmente tutte le loro canottiere, e poi le vostre federe da cucina e tutti i vostri strofinacci…. ( vi ho parlato di quando sono andata a rispondere al telefono a metà del tutorial? No? Lasciamo perdere).

Questo è l’album – slideshow con le istruzioni passo passo per la vostra piccola stamperia casalinga!

[picasa width=”400″ height=”400″ autoplay=”0″ showcaption=”1″]https://picasaweb.google.com/105890107794289566462/StampaAManoSuTessuti[/picasa]

 

 

Natale a Costo Zero #4

La carta da regalo è decisamente un genere sprecone: oltre a costare parecchio, finisce accartocciata e gettata via nel giro di pochi, frenetici minuti.

 Oltre a riciclare nel modo piu’ taccagno possibile la carta recuperabile (persino i pezzetti piccoli si possono riutilizzare per i giochi a premi delle feste dei bambini), si può fabbricare in casa dell’ottima carta da regalo a prezzi molto ragionevoli se non proprio irrisori, ed al contempo divertire i bambini in un barboso pomeriggio di pioggia come quello odierno. Continue reading

Torta per l'Autunno

Inizia a fare freddo , e cosi’ abbiamo preparato una torta che è fra le nostre preferite. La Torta di Carrube  piace moltissimo ai bambini ed è molto digeribile, perchè non contiene glutine. E’ sorprendentemente simile alla torta al cioccolato, e la consistenza è simile a quella della famosa sachertorte, solo leggermente piu’ asciutta. Continue reading

Natale a Costo Zero #2

La mia seconda proposta per i regalini di Natale autoprodotti potrebbe sembrarvi banale. Un’idea che fa molto anni ’70, forse troppo… A me però è piaciuta un sacco, e l’ho sfruttata in molti modi. Continue reading

Natale a Costo Zero #1

Chiacchierando con Cristina di SonoTuttiMiei mi sono accorta che da qui a a Natale il tempo è poco, e che bisogna mettersi all’opera!

Per i regali “grandi” bisogna mettere da parte un po’ di risparmi; invece, per non dilapidare le nostre finanze in pensierini da pochi euro senza per questo  rinunciare a far sentire pensati un po’ tutti – zii, cugini, vicini di casa, maestre, impiegati e commessi gentili con i bambini – abbiamo l’abitudine di creare con le nostre mani biglietti e regalini. 

Per questo mi riprometto di postare una piccola idea alla settimana per creare regali fatti in casa con materiale di riciclo , magari – ma non per forza – anche assieme ai bambini . Ho tante e tante idee nel cassetto, e pubblicarle per voi significa mettermi a fare per davvero, senza piu’ rimandare.,,, Chissà che sia veramente la volta buona in cui arrivo pronta al Natale? Continue reading

la Scatola della Noia

 

…Sì, lo so, questo post sarebbe stato appropriato all’inizio dell’estate, quando i vostri bambini avevano davanti tre mesi di ozio, e non adesso , quando tutti sono indaffarati a rimettersi in  carreggiata ed ad organizzarsi per il rientro a scuola: ora le cose da fare sono già troppe, e non c’è tempo per la Noia!

Tuttavia io ci sono arrivata pochi giorni fa, percio’ potete leggere questo post e mettere via quest’idea fino all’estate prossima insieme agli abitini smanicati e ai calzoncini corti  che in questi giorni state lavando, stirando e riponendo negli scatoloni ( e non uso la prima persona plurale perchè io non ho nemmeno iniziato). Continue reading

pronti…a tutto

Come i miei più affezionati lettori ben sanno, non disdegno mai a priori di porgere l’orecchio ad una fonte di informazione. Un po’ perchè, navigando in rete, ho preso il gusto dell’avventura; un po’ perchè molte delle scoperte piu’ interessanti di questi anni le ho fatte proprio cosi’. Sono ormai abituata al fatto che la verità piu’ interessante si nasconda spesso in posti ben lontani dall’informazione convenzionale.

Sulle pagine di questo blog approdano soltanto alcune informazioni salienti e tutto sommato ragionevoli, Continue reading

seconda chance

Oggi ho buttato giù per voi un breve e semplice tutorial per rinnovare un abito o una maglietta strappati, macchiati o scoloriti.

Molti potrebbero trovarlo banale e scontato. Non odiatemi, dopotutto è Ferragosto ed anche il mio cervello è in vacanza, o forse l’acqua di mare ha annacquato  un po’ la mia vena creativa…

E poi non so voi , ma io sono un disastro con il bucato, e la mia cesta della roba da stirare vomita periodicamente capi con macchie irrimediabili ( la peggiore, nella mia storia personale, è quella di banana frullata. La conoscete? )

Ad ogni modo , poichè stavolta sono riuscita a scritturare una modella d’eccezione ( rigorosamente acefala) il tutorial va visto! Lo trovate qui.

Un piccolo consiglio prima di lasciarvi alla vostra fetta di anguria è questo….Se cercate un soggetto da ricalcare per la vostra applicazione e non sapete disegnare a mano libera, digitate qui il nome del soggetto che volete applicare…e trovate una figura che vi piaccia. Poi, con un pennarello,  ricalcate l’immagine a schermo su un foglio da stampante. Lo schermo agisce come una “lavagna luminosa” e vi risparmia un sacco di tempo e di fatica!

fai – da – the

Il the freddo in bottiglia è decisamente rinfrescante e tante persone cedono alle sue lusinghe quando il caldo si fa feroce….

Per qualche ragione, infatti, il the freddo  fatto in casa non è mai altrettanto buono ed ha spesso un retrogusto amarognolo.

Purtroppo però il contenuto in zucchero, aromi e coloranti di questi the -anche di quelli che si fregiano di mille virtù – è davvero scoraggiante!                        Esiste un modo per preparare in casa un the freddo davvero delizioso ?

Ebbene sì. Sto per svelarvi il trucco! Continue reading

lavarsi è bene…

…ma non lavarsi è meglio. Almeno in estate!

La famosa Vitamina D, che la nostra pelle produce nei mesi estivi grazie all’esposizione al sole, e che ci serve da scorta nei lunghi mesi invernali, è indispensabile alla salute delle ossa, protegge dal tumore, supporta il sistema immunitario ( la stagione dell’influenza è l’inverno) e contribuisce notevolmente al tono dell’umore (non a caso i meridionali sono piu’ allegri e simpatici dei finlandesi ! ) .

Tuttavia, come si puo’ leggere in questo link , la Vitamina D viene prodotta dall’azione del sole sul sottile strato di grasso cutaneo, e da lì viene assorbita nel sangue nel giro di 48 ore.  Percio’, se dopo esserci esposti al sole ci laviamo con semplice acqua, non ci sono problemi; ma se usiamo il sapone , stiamo letteralmente privando il nostro corpo della possibilità di ottenere la preziosa vitamina.

A questo punto, l’idea piu’ saggia è quella di usare il sapone solo dove… non batte mai il sole!  

Almeno cinque giorni su sette, e almeno fino alla fine dell’estate.